mercoledì 27 gennaio 2016

I♥tvseries: i telefilm non sono mai abbastanza!

Era da un pò che non vi parlavo di telefilm... vabbè che questa stagione non sono riuscita a seguirne molti -ho una lista di arretrati infinita-, maledetto tempo che scorri sempre troppo veloce!!!
Solo con due telefilm sono riuscita a tenere il passo, e sono quelli che volevo consigliarvi oggi, così, se magari avete voglia di scoprire qualche nuovo telefilm, potrete provare a dargli una chance!
Stò parlando di The royals e Yonger

The royals 
 l'ho scoperto quest'estate, non sò proprio come mi sia potuto sfuggire, mi è piaciuto da subito e ho recuperato in meno di una settimana tutta la prima stagione -che purtroppo è di soli 10 episodi- (almeno ho potuto tenere il passo con l'inizio della seconda stagione che è ricominciata a novembre).
Questo telefilm è la mia "current crush" -per dirla cciovane xD- ...poi ho scoperto che l'ideatore e produttore è Mark Schwahn, ...che a voi forse questo nome non dirà nulla ma a me dice tutto perchè è il produttore di One tree hill, telefilm per me storico, che nessuno potrà mai eguagliare. 
The royals parla di una pseudo famiglia reale inglese, -non è in costume, è ambientato ai tempi nostri, alleluia-, e puntata dopo puntata vi addentrerete sempre più negli "intrighi" e cospirazioni contro la corona. Conoscerete tutti i membri della famiglia reale: il re, la regina, i gemelli Eleonor&Liam -aka la principessa e futuro re d'inghilterra-, il principe Cyrus -fratello del re-, e poi c'è la servitù, le guardie del corpo... amici, nemici...
 Come avrete intuito, ogni puntata sarà ricca di rivelazioni, scandali, tradimenti, alleanze... -come piace a noi portinaie incallite insomma :P - non vi annoierete!
Mi ha preso sin dalla prima puntata, appena ne finivo una, volevo subito vederne un'altra, e un'altra ancora... ecc.
Se siete fan di One tree hill, non ve lo dico proprio, correte a recuperarvela, anche solo per Mark Schwahn, la sua impronta si vede, anche nei finali e nella scelta delle canzoni -che come in one tree hill erano stupende- poi, se volete un ulteriore indicazione sul genere, vi dico che se seguivate gossip girl o reign, allora è il telefilm che fà per voi: opulenza/intrighi/sentimenti/tradimenti/ e una puntina di trash.
Volete altri due validi motivi?
1) è in inglese britannico, quindi potete godervi il bellissimo accento degli attori
2) Tom Austen -Jasper nella serie- googlate un pò per vedere il suo bel visino. ;)  

Per quanto riguarda Youger,
 è un telefilm leggero e divertente, perfetto per distrarsi un pò; (da poche settimane è iniziata la sua seconda stagione), a recuperarlo si fà in un attimo perchè anche questo ha solo 12 episodi nella prima serie.
La storia è basata sull'omonimo romanzo di Pamela Redmond Satran -che io naturalmente non ho letto-
La protagonista è Liza una mamma 40enne con una figlia poco più che adolescente. Si ritrova al verde e senza marito, quindi deve rimboccarsi le maniche, si traferisce così a New York per cercare lavoro... quando però si rende conto che nessuno l'assume per via della sua età, decide di farsi passare per una ventenne, e boom. Ottiene subito un lavoro come assistente in un importante casa editrice newyorkese, e da qui comincia la sua seconda vita, fatta naturalmente di bugie -visto che si ritrova a dover frequentare ragazzi e ragazze più giovani di lei- 
Il produttore di questo telefilm è lo stesso di sex and the city e beverly hills 90210, -così giusto per darvi una guida!
Anche questo mi è piaciuto molto, come ho già scritto all'inizio è carino, leggero, perfetto per quando ci si vuole distrarre o sognare un pò ...molto carino, ve lo consiglio!
Il bello poi, è che realmente l'attrice protagonista ha 40 anni ed è scioccante vedere come in realtà possa davvero passare tranquillamente per una ventenne -beata lei, firmerei subito per arrivare a 40anni come lei-.
Altri buoni motivi per dargli un'occhiata?
1) Nel telefilm c'è anche Hilary Duff -che per tutti i malinconici di Lizzie McGuire, sarà un bel ritrovamento-
2) Nico Tortorella, il protagonista maschile della serie è un validissimo motivo per guardare questo telefilm -se non il principale.-


Se magari siete in astinenza da nuove serie tv, queste potrebbero fare al caso vostro, spero di aver centrato anche i vostri gusti!
Le avete già viste, ne avete sentito parlare? Ditemi TUTTO, sono "all ears"! ;) 


{SF}

sabato 16 gennaio 2016

#fashionfriday Easy Like Sunday Morning.

"...and I'm easy, I'm easy like a sunday morning"
Stò canticchiando questa canzone cercando di trovare le parole giuste per trasmettervi il mood che avevo io quando ho creato questo collage -a proposito, sia benedetto polyvore e chi l'ha inventato, è un pò come tornare a giocare con le barbie :D -, quel giorno volevo qualcosa di comodo, ...forse perchè ero appena tornata da una lunga giornata fuori casa e non ne potevo più!

Ho preso un bel boyfrend jeans, di quelli che ti stanno larghi e morbidi, un paio di sneaker comode, uno di quei reggiseni merlettati senza ferretto che adesso vanno tanto, una normalissima t-shirt, un bel maglione -100% cashmere possibilmente che così è morbido e non dà fastidio-, qualche accessorio, un goccio di profumo, l'immancabile smarthphone -e chi vive più senza!-, ...e perchè nò, le chiavi della macchina per farci un giretto in tutta tranquillità per i viali della città -possibilmente senza traffico, anche se la vedo difficile-. 
 Semplice, ...like a sunday morning! ;) 

 CHEAP VERSION
boyfriend jeans  / t-shirt / cardigan / sciarpa / reggiseno / tracolla 


{SF}

lunedì 11 gennaio 2016

Biscotti copritazza!

Metti una sera a cena, una di quelle sere che anche se è ancora pieno inverno ti sembra già di respirare un'aria primaverile, quelle sere in cui ti sembra di stare in un film di Ozpetek, con quelle belle tavolate dove si chiacchera fino al mattino.
Proprio lì, in un piccolo appartamentino sperso in uno dei tanti vicoletti del centro storico ho trascorso le serate più belle della mia vita.
L'appartamento è di tre amici ma è un pò come se fosse la seconda casa di tutto il gruppo, siamo un pò tutti inquilini; c'è un clima talmente bello che a volte si stà meglio lì che a casa propria, e anche se ormai i nostri vent' anni stanno per volare via e ognuno ha i propri problemi a cui pensare, non manca mai il tempo per ritrovarci e fare il punto della situazione e raccontarci altri pezzi di vita appena trascorsi.
C'è quello che dopo tanto tempo ha finalmente trovato il coraggio di dire ai suoi che ha lasciato lo studio e ha iniziato a lavorare; c'è quello che invece ha tenuto duro, e nonostante qualche annetto in più, stà finalmente scrivendo la famosa tesi; c'è quella che stà tentando di trasferirsi in un'altra città il più lontano possibile da casa sua (io!); c'è quello che ancora non ha capito che cosa vuole fare della sua vita e si sente un perdente; c'è quella che continua l'università perchè "meglio continuare a studiare che entrare nel difficile mondo del lavoro"; c'è quello che "arrotonda" come pr nelle discoteche; quella che stà studiando farmacia perchè nella sua famiglia l'hanno fatto tutti e quindi non si è mai domandata se avrebbe voluto fare altro; e poi c'è l'eterno Peter Pan tornato dall'erasmus più confuso di prima... certo non saremo fighi come Scamarcio, Accorsi o Ambra Angiolini, ma siamo noi, pregi e difetti, senza filtri.
...Certo, dopo questa introduzione, parlarvi dei biscotti "copritazza" mi fà un pò ridere, però sono stati fatti per quest'occasione e volevo raccontarvi da dove sono nati. Magari per questo hanno un sapore speciale. Ad oggi sono i biscotti migliori che io abbia mai mangiato!

Tutto è nato dal fatto che dovevo portare un dolce leggero -viste le numerose abbuffate delle feste natalizie- ma di fare il solito plumcake allo yogurt proprio non avevo voglia, così ho deciso di provare la pasta frolla all'olio della Parodi -grazie google, che risolvi sempre in fretta i miei problemi-. Alla ricetta originale, ho sostituito lo zucchero a velo con quello normale e ho usato l'olio di oliva invece dell'olio di semi, in più ho aggiunto un abbondante pizzico di sale in modo da creare quel contrasto dolce-salato che piace tanto.
Dopo esserci cimentati in un risotto -e da bravi terroni, non potevamo fare scelta peggiore- e un'insalatina, questi biscottini hanno dato il tocco di coda finale -in meglio si spera-!!

Per la pasta frolla all'olio
250g di farina
1 tazzina da caffè di olio
1 uovo
70g di zucchero
1 bustina di vanillina
sale

Ho messo tutto in una ciotola e ho impastato fino a formare una palla, ho assaggiato un pò di sale per vedere se aveva il giusto sapore. Se l'impasto risulta troppo morbido aggiungete altra farina fino a quando non si compatta. Se avete tempo, mettetela un pò in frigo per farla indurire un pò, perchè con l'olio -come si vede anche in foto- si rompe facilmente, ma con un pò di pazienza riuscirete a lavorarla. Una volta compattata un pò in frigo, la stendete e con una tazza o con un coppapasta ritagliate tanti piccoli dischetti.
 Farcite ogni dischetto con della marmellata -volendo anche con la nutella, ma non mi sembrava il caso- e ricoprite con un'altro dischetto. Sigillate i biscottini aiutandovi con una forchetta e infornate a 180° per circa 15 minuti, -controllateli perchè ogni forno è diverso, il mio che è molto forte li ha cotti anche in 10 minuti-.
La genialata -se non l'avete notata- è che se fate i dischetti della stessa circonferenza della tazza, una volta cotti possono fungere da copritazza, appunto! Si lo sò, assomiglia un pò alla scoperta dell'acqua calda... ma comunque, si fà quel che si può!
mmh, dalle foto riesco ancora a sentire il profumo e il sapore dell'olio di oliva che ben si sposa con il dolce della marmellata, a me hanno fatto tanta tanta gola!
Baciiii


{SF}

giovedì 7 gennaio 2016

Previsioni di un nuovo anno.


Se solo i test avessero un elevato indice di veridicità, magari in una vita parallela, saprei per certo che nel mio 2016:


1) Farei meglio ad aggiungere la voce: "imparare qualcosa di nuovo" nella mia lista immaginaria dei buoni propositi per il nuovo anno.
Vuoi sapere la tua? Fai il test.

2) Nel mio 2016 vivrò momenti di alti e bassi (ma và?)
 Vuoi sapere la tua? Fai il test.


3) Se decidessi di andare in Argentina, mi divertirei un sacco.
 Vuoi sapere la tua? Fai il test.

 4) Se decidessi di dare una festa a base di vino e formaggio, pare che questa spaccherebbe! -ne dubito fortemente-
Vuoi sapere la tua? Fai il test.


  5) Il mio simbolo portafortuna per il 2016 sarà la pizza! -e non sò se esserne contenta o meno, comunque per scaramanzia, appena possibile, anche quando non c'entra, decorerò le mie conversazioni whatsapp con le fette di pizza, per la giuoia di chi mi leggerà che credo che alla fine, esausto, me la sbatterà in faccia una bella pizza bollente!!! -
Vuoi sapere la tua? Fai il test.


6) Avrò una relazione...
Vuoi sapere la tua? Fai il test.

7) ...ma non sarà quella definitiva -che novità, pure questa!-
Vuoi sapere la tua? Fai il test.
  
8) Che la mia vita amorosa quest'anno sarà costellata da un mare di "appetibili scapoli" <--testuali parole, nel quale mi ci buttero a capofitto. Più o meno (se ho capito bene). -scusate ma questa è la più assurda di tutte xD-
Vuoi sapere la tua? Fai il test.

9)  ...e infine che un brunch, probabilmente mi cambierà la vita (magari a base di pizza, vedi punto 5)
 
Vuoi sapere la tua? Fai il test.


...insomma un 2016 davvero coi botti!! -seh-
E voi? Voglio sapere cosa vi è uscito, fatemi sapere! :)



{SF}